top of page

Palline all'arancia






Con frugalità monacale le suore del San Carlo riciclavano la buccia delle arance impiegate per fare la marmellata ..., conservandole sotto un fitto strato di zucchero, per poi adoperarle al posto delle arance intere quando facevano questi pasticcini.Maria a volte fa lo stesso,ma dice che vengono meglio quando si usa l'arancia intera"

da " Mandorle amare"


di Maria Grammatico e Mary Taylor Simeti




"Mandorle amare" è un libro che ho amato da subito, e che non smetto di rileggere. L'autrice, Mary Taylor Simeti, raccogliendo il racconto di Maria Grammatico, delinea l'immagine di una Sicilia di altri tempi dove, all'interno di un orfanotrofio, il San Carlo, Maria e la sorella diventano adulte, imparando dalle monache l'arte della pasticceria. Ad Erice il laboratorio di Maria Grammatico è divenuta la meta obbligata di ogni turista, ma rifacendo qualcuna delle sue ricette sembra di rivederla, fra montagne di mandorle da pelare, ancora nella grande cucina del San Carlo.



Ingredienti


200 g di mandorle pelate

200 g di zucchero semolato (più che altro per la lavorazione)

Mezza arancia non trattata, con la scorza

1 cucchiaio di rum

1 cucchiaino di estratto di mandorle( opzionale)


Procedimento


Frullate finemente le mandorle insieme allo zucchero e l'arancia, ottenendo una consistenza simile a quella del couscous. Aggiungete il rhum e l'estratto di mandorle, se lo usate. Dopo aver cosparso di zucchero il piano di lavoro, meglio se di marmo, dividete il composto a metà, formando da ogni parte un rotolo di 3 cm di diametro. Tagliatelo in pezzetti di 3 cm. Immergete i lati tagliati nello zucchero, e poi arrotolate il pezzetto fra le mani per formarne una pallina. Rotolate le pallina nello zucchero, e disponetele su di un vassoio, ad asciugare per tre ore. Ponete ogni pallina in un pirottino e conservatele in un contenitore chiuso per 3 o 4 giorni prima di servire. Se conservate in maniera corretta, queste palline si conservano per diverse settimane.


Il consiglio di Katia Zeta.

Fate asciugare bene le Palline di arancia, anche per una notte, se necessario, prima di rotolarle nello zucchero. Si prestano a mille varianti, ma presto vi darò la versione al cioccolato.












30 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page